Poliedrico. Se mi chiedessero di definirlo con un solo aggettivo direi così. Ritiene che il trasformismo sia il motore della vita... sapersi muovere fra la gente, fra le idee, fra le culture e "aggiornare" se stessi in continuazione è il segreto per rimanere sempre a galla. Non gli piace chi si relega in "sette" o clan sociali, odia gli snob e le persone che non sono coscienti dei propri limiti.

Daniele, è il nome con cui l'anagrafe lo conosce. E' nato nella stupenda ma sfortunata città di Messina. E' un sognatore, come tutti gli appartenenti al segno del Cancro. I suoi interessi sono svariati, ma soprattutto è sempre aperto ad acquisirne di nuovi. La musica è la cosa più importante della sua vita (credo che morirà davvero solo quando non potrà più suonare o cantare) ma ama anche tante altre forme d'arte, come il cinema, per esempio, di cui apprezza numerosi generi.

Ama l'introspettiva e l'analisi. In particolare, è un appassionato di psicanalisi nonchè grande estimatore del maestro Sigmund Freud. Crede che riuscire ad analizzare e conoscere se stessi sia di aiuto in ogni aspetto della vita, sociale e non. Lui analizza sempre tutto... non gli basta che una lampadina si accenda quando preme un interruttore, lui deve sapere PERCHE' si accende. E' una persona molto pratica, arriva sempre al "succo" delle cose, senza perdersi in riti e biforcazioni varie. E' lungimirante fino all'estremo, forse per questo non sempre è facile capirlo.

Odia le mode e i pregiudizi. Non gli piace che qualcuno gli dica quale colore si indossa quest'anno oppure cosa deve pensare di una determinata vicenda o argomento... nessuno lo noterà mai per come veste bene, e questo non gli interessa. Preferisce che le persone lo notino per come è fatto piuttosto che per come appare. Purtroppo conoscerlo davvero non è semplice, solo chi vorrà realmente farlo ci riuscirà.

Istintivo e passionale. "Questa cosa ci farà soffrire..."... non importa, l'importante è la felicità del momento, il cosiddetto "attimo". Non ha paura di buttarsi a capofitto in storie senza futuro, in situazioni senza via d'uscita... Certo, arriva sempre il momento di fare i conti ma.. come dice Gibran: "La vostra gioia è il vostro dolore senza maschera. ... In verità voi siete bilance che oscillano tra il dolore e la gioia" . La passione, quindi, lo guida, quell'antico istinto che lo porta ad inseguire un "ombra di trasalimento", un "bisbiglio di eccitazione". Volendo citare un film a lui caro, vuole essere travolto, vuole lievitare. L'amore è passione, ossessione, qualcuno senza cui non si vive. Lui dimentica il cervello e ascolta il cuore, non trova senso a vivere senza questo. Deve tentare, perchè chi non ha tentato non ha mai vissuto.

Avvocato del diavolo. Soffre di una strana patologia che lo porta a porsi spesso a difesa delle persone attaccate dalla maggioranza. Non si lascia illudere dalle apparenze. Non sempre chi viene visto colpevole lo è davvero, come non sempre i santi sono senza peccato... il suo amore per i thriller lo porta a non dare mai nulla per scontato, è per questo che non si lascia mai condizionare dagli eventi e dalle apparenze.

Romantico e sognatore. Se non è innamorato vive male... l'amore per lui è una condizione vitale. Quando lo è non ha limiti, i suoi voli rasentano i confini del cielo e le sue azioni ne sono irrimediabilmente condizionate. Soffre di un romanticismo congenito, che si manifesta comunque in maniera adeguatamente dosata... odia peccare di eccessiva dolcezza, e sa come compensare le cose. Una volta l'ho visto scrivere una canzone per la donna che amava, ed era felice... trasformava le sue emozioni in cose tangibili, e i suoi sogni in note. A proposito di sogni.. qualcuno in passato lo ha accusato di non stare mai con i piedi per terra... sarà perchè salta in continuazione cercando di afferrarmi, ma io gli dico sempre che non deve farlo... sarò io a volare per lui, dopotutto mi ha creato per questo no?

...molte altre cose avrei da dire, d'altronde io lo conosco bene.. mi ha creato e mi sento parte di lui... probabilmente non riusciremmo a vivere l'uno senza l'altro. Comunque per adesso basta, se mi verranno altre cose in mente le scriverò. A presto!

GaBBiano        


© Copyright 2003 GabbianoWeb
All rights reserved. E' vietata la riproduzione grafica o testuale di quanto presente sul sito,
se non autorizzata direttamente dal webmaster.
Per informazioni contattare il Webmaster: